BALOBESHAYI

African Women Voices

Non sto piangendo, ho una cosa nell’occhio

E’ passato più di un mese dalla presentazione di (IN)VISIBLE CITIES al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia, eppure l’emozione di quel primo maggio, ancora ci accompagna. Sono seguite altre esperienze a quelle: come l’incontro in Portogallo con i giovani della diaspora africana.

Ma Perugia è stata Perugia, e non solo per noi. Poco tempo fa ci ha scritto una ragazza che era presente quel giorno, ci autorizzati a condividere con voi il suo messaggio:

Ciao ragazzi!

Vi ho ascoltato a Perugia all’IJF con la pelle d’oca e l’emozione della scolaretta al primo giorno di scuola. Forse per affinità elettiva, forse perché l’emozione di chi racconta la vita dei migranti, e quandi di noi tutti, è sempre coinvolgente. Sono dottoranda presso l’Università per stranieri di Perugia e il mio progetto di ricerca ha come focus la dolorosa questione di Ceuta e Melilla di cui i media amano raccontare solo gli assalti e le intemperanze della guardia civil spagnola. Attorno a Ceuta e Melilla ci sono piccole oasi dove molti africani si rifugiano e costituiscono piccole comunità. Sarebbe bello raccontare la loro storia. Per il resto che dirvi, questa Italia ha bisogno di gente come voi.

Angela

Ogni commento ulteriore sembra inutile…

Love

Bea & Gianpaolo

10356645_10203070439314090_798776470_n

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: